Prova Aperta a favore di La Lanterna Onlus

Domenica 19 Febbraio 2017 - 19:30

Teatro alla Scala

Direttore Fabio Luisi 
Pianoforte Alessandro Taverna

Richard Strauss 
Don Juan
Franz Listz 
Concerto n.2 per pianoforte e orchestra
Richard Strauss 
Ein Heldenleben

  • Fabio Luisi - credit Ambra Zeni
  • Alessandro Taverna
  • Anna Danelli (tesoriera) e Stefano Filippini (presidente) de La Lanterna - credit Giuseppe Peletti
  • il programma di sala della Prova Aperta - credit Giuseppe Peletti
  • Stefano Filippini (presidente) e Simone Cucchetti (responsabile del progetto “Ciclocontinuo”) de La Lanterna - credit Giuseppe Peletti
  • Luigi Di Fronzo intervista Fabio Luisi e Alessandro Taverna - credit Giuseppe Peletti
  • Fabio Luisi dirige l'orchestra Filarmonica della Scala durante la Prova Aperta- credit Giuseppe Peletti
  • il Teatro alla Scala - credit Giuseppe Peletti
  • un momento della Prova Aperta - credit Giuseppe Peletti
  • Anna Danelli de La Lanterna incontra il Maestro Fabio Luisi- credit Giuseppe Peletti
  • il direttivo dell’associazione La Lanterna insieme agli ospiti, nel Palco Reale del Teatro alla Scala- credit Giuseppe Peletti
  • un momento della Prova Aperta - credit Giuseppe Peletti

Nel corso della prova aperta il programma può essere modificato per esigenze artistiche: l'esecuzione può essere interrotta e alcuni dei brani possono essere omessi. Il direttore e i professori d'orchestra non indossano l'abito da concerto. 

Mission: 
Realizzazione di iniziative socio-educative e culturali a favore dei minori e delle loro famiglie perseguendo tre obiettivi principali: la promozione della crescita individuale dei ragazzi, la prevenzione dell'abbandono scolastico e l’orientamento scolastico e lavorativo, la promozione del volontariato e della cittadinanza attiva tra i giovani.
Progetto beneficiario: 

Progetto "CicloContinuo"
Per ragazzi adolescenti, giovani e disoccupati finalizzato all’incremento delle employability skills (competenze trasversali) e alla comprensione delle dinamiche lavorative, che permetta loro di mettersi in gioco e diventare protagonisti di un’esperienza di successo radicata nel territorio. Il percorso prevede la creazione di una ciclofficina attrezzata per la costruzione e riparazione di biciclette attraverso diverse fasi operative atte a coinvolgere quanti più ragazzi possibili e a contrastare la dispersione scolastica.